Primi

Cuore Matto

Trovavo giusto cominciare la rubrica “i segreti del Beluga” con una ricetta che parlasse d’amore.
Il ristorante si trova a Verona, città dell’amore, e noi puntualmente cerchiamo di celebrare l’amore tramite i nostri piatti.

Oggi vi presenterò “Cuore Matto”, un primo passionale, a base di ravioli fatti in casa e gamberi.

La sua preparazione non è impegnativa ed il piatto si presta molto a cene romantiche.

Un primo passionale, a base di ravioli e gamberi, che si presta molto a cene romantiche.

La preparazione si divide in tre parti: la preparazione della pasta, la preparazione del ripieno e l’esecuzione.

Preparazione della pasta

Prima di cominciare ricorda che avrai bisogno di:

  • 250gr di Farina 00
  • 2 Uova e 1 Tuorlo
  • 1 Rapa rossa (grattugiata)
  • Acqua q.b.
  • Sale q.b.

Mescolate in un recipiente tutti gli ingredienti ed impastate fino a quando il composto non risulta liscio ed omogeneo.

Se l’impasto dovesse risultare poco elastico aggiungete un po’ di acqua calda, viceversa se dovesse risultare troppo appiccicoso potete aggiustare con un po’ di farina.

Stendete la pasta (potete usare una macchina tira sfoglia o un semplice matterello) in modo che sia abbastanza fina e poi tagliatela con stampini a forma di cuore.

Preparazione del Ripieno

Per preparare il ripieno avrai bisogno di:

  • 100 gr di Gamberi Rossi
  • 50gr di ricotta
  • Aglio Olio e Sale
  • Mezzo Bicchiere di Brandy

Tagliate i gamberi in piccoli pezzetti e fateli saltare in padella con uno spicchio d’aglio, olio e un po’ di sale. Sfumate tutto col brandy e poi lasciare raffreddare il composto.

Una volta raffreddato unire poco alla volta la ricotta fino a quando non si ottiene un composto compatto adatto per essere l’ottima farcia dei nostri ravioli.

Esecuzione

Per ultimare il piatto ti serviranno questi ultimi 2 ingredienti:

  • Stracciatella Pugliese fresca
  • Perlage di tartufo nero

Una volta che pasta e farcia sono pronti componete i vostri ravioli, chiudendoli con attenzione.

Un piccolo consiglio: quando chiudete i ravioli state attenti che non si formino al loro interno delle bolle d’aria. Questo potrebbe portare ad un risultato non eccellente, in quanto la cottura del raviolo non sarebbe uniforme.

Cuocete i ravioli in abbondante acqua bollente (salata) e serviteli su un piatto caldo.

Ora sbizzarritevi nelle guarnizioni del piatto usando la stracciatella pugliese e il perlage di tartufo nero.

L’effetto finale sarà speciale!
Buon Appetito!

Non perderti nessun segreto del Beluga!
Iscriviti alla nostra Newsletterper rimanere sempre aggiornato!

Accetto la privacy

2
Tags:

about MassimoFavazza

Ciao sono Massimo, proprietario del Ristorante Beluga a Verona.
La nostra missione è rendere il pasto un momento speciale, che vada oltre al semplice “nutrirsi”. Cibo è convivialità, discussione, Vita!

Lascia un commento

Vuoi Passare un ultimo dell’anno Speciale?
Vieni al Ristorante Beluga!
Scopri il nostro menù